Valerio Ricciardi ROMA Lazio
Data iscrizione:
18.10.2011



Telefono:
Visibile solo agli Astroseller registrati.
Mail:
Visibile solo agli Astroseller registrati.
Chi sono:
Visibile solo agli Astroseller registrati.
Registrati subito per entrare in contatto con Valerio
(22)
Market Stream
Feedback
(172)

Coerenza
Tempi
Cortesia
Imballaggi



(2)
Raccomandazioni
(2)
Stream seguiti

Scambio: G.R.A.ndi notizie! le 4000 lampade attorno a Roma... ora sono A NORMA

Post su Astronomy in: Servizi il 14 Novembre 2016




* * * * * * * * * * Vi riporto pari pari, per semplicità, il comunicato della UAI per condividerlo - con grande personale soddisfazione - con tutti voi, nell'ottica che prima che ottimi tripletti e oculari ben spianati serve per primo... un cielo abbastanza scuro da distinguere qualcosa dal fondo... * * * * * * * * * *

« L’OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI CAMPO CATINO COINVOLTO DALL'ANAS NELLE VERIFICHE SUL NUOVO IMPIANTO A LED CHE ILLUMINA IL GRANDE RACCORDO ANULARE DI ROMA -
Grazie alla disponibilità e su richiesta dell’ANAS la sera del 27 ottobre personale tecnico dell’Osservatorio di Campo Catino ha effettuato una serie di controlli per la verifica del nuovo impianto di illuminazione del GRA.
Le operazioni, che hanno visto la partecipazione dell’Ing. Luigi Carrarini e assistenti tecnici per conto di ANAS e di Mario Di Sora e Ugo Tagliaferri per l’Osservatorio di Campo Catino, sono consistite nella verifica:
1) dei limiti di emissione verso l’alto imposti dal Reg. Att. 8/05 della L.R. 23/2000 sull’inquinamento luminoso;
2) dei valori di luminanza media del manto stradale in relazione alla normativa tecnica;
3) delle soluzioni adottate per la riduzione dei consumi energetici sia in relazione all’impianto precedente che a quello di nuova fattura.
Le misure di luminanza sono state effettuate da Ugo Tagliaferri, responsabile del settore inquinamento luminoso dell’OACC, con il luminanzometro Delta Ohm HD 2302.2 in dotazione alla specola di Campo Catino.
Dai primi dati, raccolti a campione lungo il GRA, si evince che il nuovo impianto a led sarà in grado di soddisfare le prescrizioni imposte.
Una volta portato a regime, con oltre 4000 punti luce, sarà in grado di assicurare una buona visibilità dell’asse viario, grazie alla luminanza media di 2 cd/mq, ma con una riduzione dei consumi di almeno il 50%. Ciò è stato possibile passando dalle armature con lampade SAP da 400 W a quelle nuove da circa 200 W della Philips.
Inoltre, dopo le ore 24, vi sarà un’ulteriore riduzione di flusso, non inferiore al 30%, che diminuirà ulteriormente sia i consumi che l’inquinamento luminoso da riflessione. Una stima preliminare rende fondato ritenere che il disturbo da luce diffusa (light-pollution) verrà ridotto, rispetto la vecchia soluzione, fino al 65%.
L’Osservatorio di Campo Catino ringrazia l’Ing. Luigi Carrarini, che ha giudicato molto importante il rapporto di collaborazione con ANAS tanto da auspicarne la continuazione anche per altre realizzazioni, per averlo coinvolto in modo paritetico e trasparente nel controllo dei lavori svolti.
E’ la prima volta in Italia che si consolida una collaborazione di questo tipo per un impianto di tali dimensioni. »

14 Novembre 2016
Discuti in pubblico (56) |
Trattativa in Privato
Stato del bene:
Come nuovo


Numero di visite:
1413 visite, 1 preferiti


Share: